Sistema Costruttivo

Il rispetto di alcuni, semplici, particolari costruttivi garantisce, in condizioni di normale impiego, il corretto comportamento strutturale delle pareti in cemento armato realizzate con il sistema costruttivo ICF Italia.

Fanno parte di questi criteri costruttivi le unioni in fondazione e con i solai, le intersezioni tra le pareti ed in corrispondenza delle aperture, le modalità di collocamento dei ferri, di casseratura, di getto e di finitura.

E’ opportuno precisare che i pannelli vengono forniti in cantiere in forma di elementi modulari in polistirolo che non hanno, in sè, alcuna funzione strutturale (seguendo le definizioni di cui al DM 14/01/08 trattasi di “prodotti da costruzione” e non di “prodotti da costruzione per uso strutturale”). Per garantire il corretto comportamento strutturale del sistema costruttivo a pareti portanti in cemento armato, i pannelli devono essere opportunamente completati dall’impresa esecutrice mediante l’introduzione di armature integrative e con il getto del calcestruzzo.

L’entità di tali armature dipende sempre dalle luci e dalle sollecitazioni che interessano l’opera, pertanto resta una prerogativa esclusiva del progettista strutturale quella di determinarle a seconda dei casi. Senza prescindere dal rispetto dei particolari costruttivi che vengono illustrati nel manualetto ICF, l’utilizzo pratico dei pannelli può; essere ottimizzato da ogni esecutore, anche se l’esperienza maturata nel corso degli anni consiglia di rispettare le nostre istruzioni elementari, che favoriscono la buona riuscita dei lavori. Ovviamente le immagini riportate nel manualetto operativo sono esemplificative di alcune specifiche operazioni non potendosi fornire una rappresentazione completa di tutte le fasi esecutive.
Il Consorzio ICF Italia offre comunque assistenza tecnica sia nella fase progettuale che esecutiva: la nostra equipe di ingegneri è in grado di affiancare i tecnici esterni nella progettazione delle strutture, ottimizzando gli spessori delle pareti e i quantitativi di armatura in relazione ai vari casi.

In collaborazione con l’Università di Bologna è stato messo a punto un metodo di calcolo specifico per pareti portanti conforme alle nuove norme tecniche sulle costruzioni (DM14/01/08). In tal modo, in casi normali, l’incidenza media del ferro contenuto entro pareti di strutture ICF si riduce a 6-8kg/mq, mentre nelle pareti in cemento armato tradizionale puó superare i 12-14kg/mq.

Analogamente, per gli aspetti cantieristici, disponiamo di maestranze specializzate che sono in grado di fornire assistenza (avviamento) alle imprese che per la prima volta utilizzano il sistema costruttivo ICF ITALIA.

Sistema costruttivo ICF Italia

In un cantiere “tipo” da realizzare con il sistema costruttivo ICF ITALIA, devono essere presenti i seguenti utensili da cantiere, che garantiscono la rapida e corretta messa in opera dei pannelli. Ovviamente ciascuna delle strumentazioni sotto indicata dovrà essere in regola con le vigenti normative in materia di sicurezza.


Attrezzature per la posa del sistema ICF Italia

  • Sega da banco
  • Sega a mano a denti fini e normali utensili da carpentiere
  • Viti autofilettanti di opportuna lunghezza
  • Fettuccia metallica preforata (perforated metal tape)
  • Trapano cordless con attacco per punta
  • Schiuma ad espansione
  • Piegatrice/tagliatrice per ferri d’armatura
  • Sega troncatrice da legno
  • Tavole d’abete, per intelaiature di porte e finestre
  • Taglierino
  • Livella a bolla
  • Filo a piombo
  • Taglierina a caldo per realizzare le tracce degli impianti
  • Morali in legno 8×8 o 10x10cm per allineamento pareti
  • Ponteggio
  • Puntelli in acciaio regolabili (cristi)